L'articolo è stato letto 2530 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Credito d'imposta R&S, innovazione e design: novità

La Legge di Bilancio 2022 conferma il beneficio fino alla fine del 2025 e rinnova la disciplina. Ridotte le aliquote di detrazione per tutte le tipologie di investimento.

La Legge di Bilancio 2022 proroga fino al 2025 e modifica la disciplina del credito d'imposta ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica e in altre attività innovative a supporto della competitività delle imprese. Le principali novità introdotte sono: investimenti relativi alla ricerca e all'innovazione tecnologica 10% fino al 2023 con tetto massimo fino a 2 milioni di euro; 5% nel 2024 e 2025 con tetto massimo innalzato a 4 milioni di euro. investimenti relativi a design ed ideazione estetica 10% fino al 2023 con tetto massimo a 2 milioni di euro 5% nel 2024 e 2025 Possono accedere al credito d'imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali. Sono escluse: le imprese in stato di liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale, altra procedura concorsuale le imprese destinatarie di sanzioni

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua