L'articolo è stato letto 623 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Bonus affitto inquilini: come funziona

Gli inquilini a basso reddito o che sono in difficoltà economica possono accedere al bonus per il pagamento dei canoni di affitto a valere sul Fondo Affitti, mentre le le famiglie destinatarie di un atto di intimazione di sfratto per morosità, impossibilitati a provvedere al pagamento dell'affitto a causa della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale possono avvalersi del Fondo morosità incolpevole. In entrambi i casi i fondi sono gestiti dai Comuni che definiscono modalità, requisiti e termini per poter ricevere il bonus.

Le famigliepersone in difficoltà economica possono accedere a due strumenti per poter pagare mensilmente il canone del contratto di locazione.

Il primo strumento è il Fondo affitti erogato dallo Stato alle Regioni che poi distribuiscono le risorse ai Comuni per aiutare i residentinuclei familiari numerosi, o persone in difficoltà economica con determinati requisiti. Si rivolge a tutti coloro che abitano in un immobile con regolare contratto di affitto registrato, e che abbiano la residenza nello stesso immobile oggetto del bonus.

Inoltre, a salvaguardia di famiglie che sono in difficoltà economica a causa dell'emergenza sanitaria Covid-19, sono stati istituiti fondi straordinari. per accedere ai fondi straordinari Covid occorrerà produrre un'adeguata documentazione che attesti la perdita di una parte di reddito, rispetto all'ISEE ordinario in seguito alla perdita del lavoro, cassa integrazione, o fine contratto e disoccupazione che sia avvenuta nell'anno 2020 a causa delle restrizioni imposte alle aziende produttive e commerciali.

I bandi sono gestiti direttamente dai Comuni, i requisiti per quanto riguarda l'ISEE, possono variare in base ai regolamenti comunali ma in genere non si supera la soglia compresa tra i 15000 e 26000.

Il secondo strumento è il Fondo morosità incolpevole è stato istituito per gestire l'emergenza sfratti e dare sostegno soprattutto alle categorie svantaggiate che si sono ritrovate improvvisamente, per varie cause gravi o meno, a non poter più pagare mensilmente il canone del contratto di locazione.

Attraverso il ricorso al Fondo morosità incolpevole, se si risulta idonei per l'accoglimento della domanda, si può ricevere una somma che consente di poter pagare le mensilità di affitto arretrate fino a un valore massimo di 8.000 euro. 

Per accedere al bonus affitto del Fondo morosità incolpevole, occorre:

  • avere intestato un regolare contratto di affitto (l'immobile non deve rientrare nelle categorie di lusso, cioè sono esclusi quelli accatastati con le sigle A9, A8 e A1)
  • essere residenti presso lo stesso appartamento da almeno un anno
  • versare in una delle seguenti condizioni:
    • comprovato licenziamento non per giusta causa, oppure la riduzione dell'orario di lavoro (da certificare con lettera da parte della azienda presso la quale si presta servizio)
    • essere in cassa integrazione (anche quella in deroga causa covid)
    • mancato rinnovo del contratto a tempo determinato, o interruzione improvvisa dell'attività per cause indipendenti dalla propria volontà, come ad esempio la chiusura per emergenza sanitaria
    • grave infortunio o la morte di uno dei componenti della famiglia che contribuiva al reddito ed al pagamento dell'affitto.

Al termine dell'istruttoria della domanda verrà pubblicata una graduatoria nella quale sarà data priorità a nuclei familiari più numerosi che presentino figli minori, anziani con più di 70 anni, o persone in stato di invalidità e disabili gravi. 

Per poter accedere ai benefici del Fondo i cittadini in possesso dei requisiti previsti dovranno partecipare al bando pubblicato dal Comune di residenza presentando apposita domanda di contributo.

 

 

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua