L'articolo è stato letto 490 volte

facebook
twitter
0
linkedin share button

Digital business: Voucher Digitali: esaurimento risorse

A causa dell'esaurimento delle risorse non è più possibile presentare domanda per le province di Como, Lecco, Milano, Monza Brianza, Lodi e Varese. Fino al 70% delle spese relative a una o più tecnologie d’innovazione digitale 4.0 per consulenza e formazione erogati da fornitori qualificati, o investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del tuo progetto. 

La Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia hanno pubblicato i bandi sulla nuova misura "Digital Business: interventi per la digitalizzazione, il commercio elettronico e l'innovazione delle Imprese", volta a sostenere le micro, piccole e medie imprese lombarde nell'accesso a piattaforme cross border (B2B e/o B2C) e sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), oltreché allo sviluppo delle sinergie tra imprese e altri soggetti operanti nei medesimi mercati.

Chiusura sportelli provinciali bando Voucher Digitali I4.0 Lombardia 2021: si informa che non è più possibile presentare domanda per le province di Como, Lecco, Milano, Monza Brianza, Lodi e Varese, a causa dell'esaurimento delle risorse prenotabili.

Il bando Voucher digitali I4.0 Lombardia 2021 è volto a sostenere e promuovere l'utilizzo delle nuove competenze definite all'interno del Piano Transizione 4.0. I progetti ammissibili rientrano nel complesso delle tecnologie digitali 4.0, tra cui robotica e intelligenze artificiali, nonché progetti di blockchain.

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a € 7.188.000,00 di cui:

  • € 3.594.000,00 a carico della Direzione Generale Sviluppo Economico di Regione Lombardia;
  • € 3.594.000,00 a carico delle Camere di commercio Industria Artigianato e Agricoltura della Lombardia (di seguito “Camere di commercio”)

Sono ammissibili progetti di adozione/introduzione in azienda di tecnologie digitali 4.0, intese come soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 con l’obiettivo di rispondere ai bisogni di innovazione delle MPMI lombarde tramite la digitalizzazione di processi, prodotti e servizi offerti.

I progetti dovranno riguardare almeno una delle tecnologie di innovazione digitale 4.0 riportati nell’Elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie ricomprese nell’Elenco 1 o 2:

  • Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi:
    • robotica avanzata e collaborativa;
    • manifattura additiva e stampa 3D;
    • prototipazione rapida;
    • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (RA);
    • interfaccia uomo-macchina;
    • simulazione e sistemi cyber-fisici;
    • integrazione verticale e orizzontale;
    • Internet delle cose (IoT) e delle macchine;
    • Cloud, fog e quantum computing;
    • cybersicurezza e business continuity;
    • big data e analisi dei dati;
    • soluzioni di filiera per l’ottimizzazione della supply chain e della value chain;
    • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria Covid-19;
    • soluzioni per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività aziendali e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, CRM, ERP, ecc);
    • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
    • intelligenza artificiale;
    • blockchain.
  • Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:
    • sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fintech;
    • sistemi EDI, electronic data interchange;
    • geolocalizzazione;
    • tecnologie per l’in-store customer experience;
    • system integration applicata all’automazione dei processi;
    • connettività a Banda Ultralarga.

Sono ammissibili esclusivamente spese, sostenute e quietanzate a partire dal 26 aprile 2021 e sino al 31 dicembre 2021, e, relative ad una o più tecnologie tra quelle previste e indicate nel bando. In particolare sono ammissibili, al netto di Iva, le seguenti tipologie di spesa: 

  • Consulenza erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati dei servizi, per una spesa pari ad almeno il 20% del totale delle spese ammissibili;
  • Formazione erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati o tramite soggetto individuato dal fornitore qualificato (in tal caso tale soggetto deve essere specificato in domanda), riguardante una o più tecnologie tra quelle previste al punto B.2 del Bando;
  • Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto (senza vincoli relativi alla natura del fornitore), per una spesa pari ad almeno il 35% del totale delle spese ammissibili.

I fornitori qualificati dei servizi devono rientrare in una di queste categorie:  

  • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione, anche per il tramite delle loro articolazioni territoriali;  centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center di cui al Piano Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;  
  • Incubatori certificati e incubatori regionali accreditati, FABLAB, centri di trasferimento tecnologico su tematiche Impresa 4.0;
  • start-up innovative e PMI innovative;
  • grandi imprese;
  • Istituti tecnici Superiori (ITS); 
  • fornitori iscritti all’Elenco pubblico di Fornitori di servizi e tecnologie I4.0, disponibile sul portale www.digitalexperiencenter.it/elenco-fornitori. 

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute (al netto di IVA) come da tabella sottostante, con due diverse tipologie di intervento in funzione della dimensione del progetto proposto: “Micro” o “Piccolo-medio”:

Tipologia intervento Investimento minimo (*) Intensità del contributo Importo contributo massimo
Micro € 4.000,00 70% delle spese ammissibili € 5.000,00
Piccolo-medio € 10.000,00 50% delle spese ammissibili € 15.000,00
(*) sommatoria delle spese ammissibili obbligatoriamente da sostenere a pena di decadenza dal contributo

 

Le domande devono essere presentate esclusivamente in modalità telematica con firma digitale sul sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 14.00 del 17 maggio alle ore 12.00 del 18 giugno 2021.

 

Fonte: Delibera 26 aprile 2021, n. XI/4615, B.U.R. 29 aprile 2021, n. 17, Regione Lombardia

2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua