Obiettivo "Convergenza" (2007-2013)

L'obiettivo Convergenza riguarda gli Stati membri e le regioni il cui PIL pro capite è inferiore al 75% della media comunitaria ed è volto ad accelerare la convergenza degli Stati membri e delle regioni in ritardo di sviluppo, migliorando le condizioni per la crescita e l'occupazione attraverso l'aumento e il miglioramento della qualità degli investimenti in capitale fisico e umano, lo sviluppo dell'innovazione e della società della conoscenza, dell'adattabilità ai cambiamenti economici e sociali, la tutela e il miglioramento della qualità dell'ambiente e l'efficienza amministrativa.

L'obiettivo Convergenza si attua negli Stati membri a livello regionale.
Per l'Italia le regioni ammissibili sono:
- Basilicata ammessa a beneficiare di questo obiettivo a titolo transitorio (phasing out).
- Calabria
- Campania
- Puglia
- Sicilia
All'obiettivo Convergenza è destinato l'81,54% delle risorse complessive dei Fondi strutturali, ovvero € 282.855 milioni (dei quali 21.641 milioni destinati all'Italia).
L'obiettivo Convergenza è finanziato da F.E.S.R., F.S.E. e Fondo di coesione. (L'Italia non rientra tra gli Stati membri ammissibili al Fondo di coesione nel periodo 2007-2013).

Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua