L'articolo è stato letto 1490 volte

facebook
twitter
0
linkedin share button

Imprenditoria femminile: chiude lo sportello

Chiude anticipatamente il  bando che aiuta l'avvio e la crescita di attività d'impresa a conduzione femminile attraverso la concessione di contributi e la copertura del costo degli interessi da sostenere per l'eventuale attivazione di un mutuo per raggiungimento delle 300 domande pervenute.

Dalle ore 13 e 55 del 23/03/2023 il bando  "Sostegno all’imprenditoria femminile" che prevede uno stanziamento di  3 milioni di euro tramite le risorse europee del programma regionale Fesr 2021-2027 chiude per raggiungimento delle 300 domande pervenute. Attraverso questo bando la Regione intende promuovere sia lo sviluppo delle nuove imprese che il consolidamento di quelle esistenti, accomunate dalla prevalenza femminile nella propria composizione. L’aiuto è finalizzato a erogare contributi a fondo perduto a favore di piccole e medie imprese, compresi consorzi e società cooperative aventi unità locale nel territorio dell’Emilia-Romagna, con lo scopo di favorire la crescita dell’iniziativa imprenditoriale femminile. Inoltre, il presente strumento si pone l’obiettivo di supportare le realtà che necessitano di ricorrere al mercato finanziario per effettuare gli investimenti attraverso la copertura del costo degli interessi da sostenere per l'eventuale attivazione di un mutuo. Possono presentare domanda di contributo piccole e medie imprese, a prevalente partecipazione femminile, così individuate: le imprese individuali in cui titolare sia una donna le

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua