L'articolo è stato letto 1603 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

Area di crisi industriale del gruppo Antonio Merloni: secondo bando

A disposizione 21 milioni di euro per promuovere la realizzazione di iniziative imprenditoriali sul territorio umbro-marchigiano, finalizzate al rafforzamento e alla riqualificazione del tessuto produttivo locale, anche tramite l’attrazione di nuovi investimenti, nonché alla ricollocazione dei lavoratori della società Antonio Merloni. 

La Antonio Merloni Spa, azienda leader del comparto produttivo degli elettrodomestici, è dal 2008 in amministrazione straordinaria. La crisi ha interessato tutte le aziende del Gruppo, coinvolgendo circa 3.000 dipendenti e 73 comuni delle Regioni Marche e Umbria.Il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Marche, la Regione Umbria e Invitalia hanno sottoscritto un Accordo di Programma per l’attuazione del Piano di sviluppo dell’area di crisi, impegnando risorse pubbliche pari a 81 milioni di euro (35 nazionali, 46 regionali) Il Piano promuove: l’attrazione di nuovi investimenti produttivi nell’area lo sviluppo e la riqualificazione delle imprese esistenti il reimpiego dei lavoratori dell’ex A. Merloni Spa. A tal fine, sono disponibili: incentivi agli investimenti e all’occupazione servizi di informazione e orientamento sulle opportunità di investimento e di reinserimento nel mercato del lavoro supporto finanziario da parte del sistema locale del credito La durata dell’Accordo di Programma è stata prorogata al 18 marzo 2022 con l’Atto integrativo del 9 ottobre 2020. Con Circolare 26 novembre 2020, n 3811, è stato emanato il secondo avviso che promuove

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua