L'articolo è stato letto 596 volte
Nazionale • Italia

facebook
twitter
0
linkedin share button

FondItalia: i settori e i paesi più colpiti dalla crisi economica post Covid-19

Imprese prospere, sopraffatte, sovraccariche e minacciate. Sono questi i quattro scenari in cui le aziende di tutto il mondo sembrano rispecchiarsi durante questa crisi economica post Covid-19. Secondo una ricerca della società di consulenza globale di strategia e marketing Simon-Kucher & Partners, il 58% dell’economia mondiale è in pericolo dopo la pandemia.

I settori che risentono di più della crisi economica Lo studio mostra come il 17% delle imprese sia sopraffatto dalla crisi attuale e un 14% di esse abbia subito un netto calo anche per i cambiamenti nella domanda dei consumatori.  Sembra infatti che questi ultimi, costretti dalla recessione economica a rivedere lo stile di vita e influenzati dalla paura del virus, abbiano modificato in fretta tutte le loro abitudini di spesa, eliminando soprattutto ciò che non sia ritenuto necessario per la sopravvivenza. A subire la crisi sono soprattutto il settore dei viaggi, dell’ospitalità e del trasporto. Minacciato anche il settore automobilistico, il manifatturiero, quello delle spedizioni e dell’edilizia. I settori che ne risentono meno In sofferenza ci sono anche i settori chimico, metallurgico, della produzione di energia, gas e petrolio che subiscono alcuni cambiamenti della domanda e poi, le aziende sopraffatte, la cui operatività è messa a dura prova dalla costante richiesta come assicurazioni, banche e servizi finanziari. La speranza è che alcuni settori meno colpiti facciano da traino all’economia globale (es. farmaceutica, telecomunicazioni, software e media)

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua