L'articolo è stato letto 6179 volte

facebook
twitter
0
linkedin share button

Decontribuzione Sud: istruzioni operative

Pubblicate le istruzioni per l'utilizzo della misura Decontribuzione Sud. La Decontribuzione Sud riconosce ai datori di lavoro privati, la cui sede di lavoro sia situata in regioni svantaggiate, un esonero dal versamento dei contributi pari al 30% dei complessivi contributi previdenziali da essi dovuti, con esclusione dei premi e dei contributi spettanti all’Inail.

Decontribuzione Sud è un’agevolazione fiscale introdotta dal Decreto Agosto finalizzata a salvaguardare l’occupazione nelle aree più svantaggiate del Paese. Consiste in uno sconto sui contributi previdenziali complessivi dovuti dal datore di lavoro per i propri dipendenti. La Legge di Bilancio 2021 ha esteso l’esonero contributivo fino al 31 dicembre 2029. In base alla nuova normativa introdotta, la proroga prevede una diminuzione nel tempo del beneficio, che resta invariato fino al 2025 e passa poi dal 30% al 20% e 10% tra il 2026 e il 2029. Con la Circolare n. 33 del 22 febbraio 2021 l’Inps ha fornito le indicazioni e le istruzioni per la gestione della misura relativamente al periodo che va dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. La misura è applicabile a partire dal 1° gennaio 2021 e con la denuncia del prossimo mese le imprese potranno fruire dell’esonero parziale relativo sia al mese di febbraio che a quello di gennaio. Di seguito vengono riportate le indicazioni relative ai soggetti beneficiari e destinatari, alle tipologie contrattuali previste e alle condizioni e requisiti di ammissibilità. 

Accedi


2021 Copyright © - Riproduzione riservata
I contenuti sono di proprieta' di FFA Eventi e Comunicazione s.r.l. - PI: 05713861218
Vietato riprodurli senza autorizzazione
Utilizzando il sito Web di Economia News, l’utente accetta le politiche relative ai cookie.
Continua